Celiachia e Alimentazione...


Eliminare il glutine dalla propria alimentazione è obbligatorio per noi celiaci.

Certo, nella nostra società non è facile anche se con il tempo le cose sono molto migliorate, ma con un po’ di attenzione e con le giuste conoscenze e accorgimenti, mangiare senza glutine è possibile ed anche divertente per chi ama sperimentare tra i fornelli :-) e poi ricordiamo che la celiachia non  è e non deve essere un problema! 


Il glutine non è una proteina fondamentale nella nostra alimentazione, quindi eliminarlo non crea squilibri nutrizionali. 

È pero presente in moltissimi cereali, notoriamente ricchi di fibre, èquesto l’aspetto da compensare: ecco quindi la necessità di mangiare legumi, frutta e verdura per compensare questa carenza.

Quasi sempre chi scopre di essere celiaco crede di dover rinunciare a tutti i cibi mangiati fino al momento della diagnosi, ma NON è assolutamente così...


ALIMENTI NATURALMENTE PRIVI DI GLUTINE...


La tabella elenca i cibi naturalmente privi di glutine e quelli che durante il processo di lavorazione tendenzialmente non subiscono rischi di contaminazione da glutine...

Cereali, Farine e Tubeririso, mais, miglio, grano saraceno, patate, manioca, amaranto, sorgo, quinoafonti importanti di carboidrati, vitamina BAttenzione a: zuppe di cereali misti, tapioca, polenta pronta, risotti pronti, patatine snack, purè istantaneo
Frutta, Verdura e Legumitutti i tipi di frutta (fresca, secca, essiccata, sciroppata).
Tutti i tipi di verdura (fresca, congelata, surgelata, etc) anche conservata (sott’olio, sott’aceto, sotto sale etc).
Tutti i legumi: fagioli, piselli, lenticchie, ceci, lupini, fave, soia
Fonti di fibre, vitamine, provitamine e minerali, antiossidantiAttenzione a: salsa di soia, minestroni con cereali, frutta infarinata
Latte e derivatilatte, yoghurt, formaggi, pannaFonti di: calcio, proteine, vitamineAttenzione a: panna condita, formaggi spalmabili, yoghurt al malto o alla frutta, budini, latte condensato
Carne, Pesce e Uovatutti i tipi di carne e pesce fresco, congelato, surgelato, al naturale, sott’olio, sotto sale etcFonti di: vitamine, proteine, oligoelementi, acidi grassiAttenzione a: salumi (prosciutto, bresaola, speck, mortadella, salsicce, wurstel, etc), piatti pronti, carni confezionate del supermercato
Grassi da condimentograssi di origine animale: burro, lardo strutto e grassi di origine vegetale: oli vegetali (da preferire l’olio extravergine di oliva)Fonti di: acidi grassi, vitamine liposolubiliAttenzione a: burro e margarina light, maionese, oli di cereali vari
Zuccheri, Dolciumi e Bevandetutti gli zuccheri (saccarosio, destrosio, fruttosio, etc), miele, succhi di frutta non addizionati, bevande gassate
(tipo CocaCola), caffè, vino, rhum, grappa, tequila, cognac, whisky scozzese
Fonti di zucchero/alcoolAttenzione a: creme spalmabili (ma la Nulella è permessa!), cacao, cioccolato in tavolette, caramelle, zucchero a velo, preparati per dolci o bevande, sciroppi per bibite, birra, vodka, whisky non scozzese


Consultate sempre il prontuario per evitare ogni rischio!!

ALIMENTI CON GLUTINE..

Quindi VIETATI...

Frumentograno duro, grano tenero, germe di grano, fiocchi, pani e pizze, pan grattato etc
Segalepane, grissini, crackers, etc
FarroNO a zuppe (anche miste), crusca, malto
Speltaniente farine per dolci, biscotti etc
Orzobiscotti, zuppe, pasta (anche ripiena), pani e pizze, pan grattato, etc
Triticale e Kamutfarine, biscotti, fette biscottate, etc
Greunkern (grano greco)pani e pizze, grissini, zuppe, piadine etc
Seitan (alimento ricavato dal glutine)kofu, glutine di grano, alcuni condimenti vegetariani, molte salse di soia
malto e avena (molto spesso contaminata anche se idonea all’alimentazione celiaca)

È praticamente impossibile elencare tutti i possibili utilizzi di questi cereali (si pensi solo alla quantità di prodotti panati disponibili in commercio).
È bene quindi conoscerli ma è fondamentale anche riconoscerli, ossia leggere con attenzione le etichette dei prodotti per scoprirne magari le “tracce”.

Ma il vero problema per noi celiaci è la CONTAMINAZIONE....

Si dobbiamo veramente stare attenti controllare sempre tutte le etichette...controllare gli ingredienti magari mangiamo delle patatine dove non viene segnalato il Gluten Free e nello stesso stabilimento ci producono altri alimenti con glutine e nel momento dello stoccaggio imballaggio ecc queste ne vengono a contatto!!! 
Quindi oltre al nostro caro amico prontuario è bene controllare che ci sia scritto SENZA GLUTINE ... In molti invece fanno presente che potrebbero contenere tracce di glutine...

Fare presente al ristorante dove mangiamo che siamo celiaci quindi da evitare contaminazione da altri cibi...

Fare presente agli amici che ci invitano a cena che non devono usare lo stesso mestolo per girare la pasta... Che devono scolare prima la nostra e poi la loro...
Non usare stessi coltelli per tagliare il pane...
Stare attenti di non maneggiare con pane davanti ad affettati che magari anche noi dobbiamo mangiare...
Sono piccole cose, ma per noi possono essere grandi cose! 
Una persona non ci pensa.. Pensa, ma si cosa vuoi che sia...NO NO e NO basta veramente poco!! 

La celiachia, in quanto intolleranza permanente al glutine, prevede che il celiaco segua per tutta la vita una rigorosa dieta priva di glutine. I sintomi che la celiachia causa possono variare con gli 
anni, ripresentarsi in forme differenti, presentarsi in forme lievi o marcate a seconda delle persone.
È importante quindi non abbandonare la dieta, ma seguirla costantemente e conattenzione.

Potrei andare avanti e avanti ancora, ma spero che i miei consigli possano esservi utili così da non aver nessun problema...perché non lo è!!  

Nessun commento:

Posta un commento

Ringrazio chi con me condivide le mie esperienze culinarie...
Eh se sei passato dal mio diario blog e mi hai lasciato un pensiero, opinione, consiglio, critica... Dico grazie perché mi aiuterà a crescere!!
Grazie di essere passati dalla mia cucina Gluten Free....

Ieya